Un valido alleato per la pelle in menopausa: Arkéskin

lierac_blog_arkeskin
Con la menopausa, gli ormoni e soprattutto gli estrogeni, subiscono un crollo improvviso i cui effetti si ripercuotono anche a livello cutaneo. La diminuzione della secrezione ormonale accelera i meccanismi d’invecchiamento: i cheratinociti e i fibroblasti non lavorano più correttamente, il turn over cellulare rallenta, la sintesi di collagene diminuisce drasticamente e la melanina non si distribuisce in maniera uniforme nell’epidermide. Le conseguenze sono visibili e non tardano a manifestarsi: l’epidermide si assottiglia e diviene più permeabile, il derma si svuota e la barriera cutanea appare più fragile. 

ARKÉSKIN è il trattamento concepito dai Laboratoires Lierac che, traendo ispirazione dalle ricerche in endocrinologia, si propone come trattamento globale sostitutivo per la pelle in menopausa, privo di fitoestrogeni. 

Contiene il composto Cytonacre sp, estratto di madreperla di ostrica, che, a contatto con la pelle, è in grado di stimolare la crescita e la divisione dei cheratinociti, controllare la produzione e la distribuzione della melanina, riattivare i fibroblasti con il conseguente aumento di fibre nel derma. L’azione è completata dalla presenza dell’estratto di castagna in grado di stimolare la sintesi dei ceramidi, componenti essenziali del cemento intracellulare e dei lipidi cutanei, per contrastare la disidratazione tipica della pelle in menopausa.