TRATTAMENTO ANTI-RUGHE
ISPIRATO ALLE RICERCHE SUI MECCANISMI DI CICATRIZZAZIONE TISSUTALE
DÉRIDIUM

RUGHE

LE RUGHE

Cosa succede sotto la ruga?
È quasi come se la pelle cedesse per mancanza di sostegno. Con il passare del tempo e l'esposizione agli stress ambientali, la pelle diventa fragile. La sintesi delle fibre di sostegno diminuisce (collagene I e IV, GAG). Senza questi supporti naturali che sostengono il tessuto, la pelle si assottiglia, perde la sua struttura, le rughe appaiono come veri e propri "solchi". 
La pelle è meno resistente, più fragile verso le aggressioni esterne e in particolare verso i radicali liberi (UV, inquinamento, fumo, stress...) responsabili di 4 rughe su 5.

Les rides en bref
Inspiration et partenariat médicaux

ISPIRATI ALLE CONOSCENZE DI FISIOLOGIA CUTANEA

I Laboratoires LIERAC, in collaborazione con la Società Francese di Biologia della Matrice Extra-cellulare, hanno condotto diverse ricerche sul complesso vegetale di Alchemilla, Edera e Equiseto, sulle proprietà di cicatrizzazione dei tessuti e sulla correzione delle rughe.

LE AZIONI MIRATE DI DÉRIDIUM

COMPLESSO VEGETALE ESCLUSIVO LIERAC: AZIONE ANTI-RUGHE

Nel cuore dei trattamenti una sinergia 100% vegetale, con un'efficacia dimostrata da studi clinici. Il concentrato esclusivo LIERAC di Alchemilla, Edera ed Equiseto, rilancia la sintesi delle fibre di sostegno della pelle tramite i fibroblasti per ripristinare la matrice extra-cellulare e combattere così la formazione delle rughe. Possiede inoltre proprietà anti-ossidanti eccezionali (1).

(1) Proprietà anti-ossidanti grazie agli estratti vegetali contenuti nel complesso Alchemilla, Edera, Equiseto.

Concentré ALP de Déridium

UN'EFFICACIA TESTATA E APPROVATA Riduce il numero e la profondità delle rughe.

NUMERO DELLE RUGHE DIMINUITO


PROFONDITÀ DELLE RUGHE DIMINUITA



(1) Numero delle rughe diminuito sul 78% dei soggetti. Test strumentale su 14 donne.
(2) Profondità delle rughe diminuita su 64% di soggetti. Test strumentale su 9 donne.

LIERAC pionieri

Nel 1975, i Laboratoires LIERAC sono stati tra i primi a dimostrare l'importanza dei fibroblasti nel processo di cicatrizzazione dei tessuti e nella correzione dei disordini estetici ad esso associati (rughe, smagliature).
Quelques conseils pour compléter votre cure de choc

I NOSTRI CONSIGLI

Idratarsi bene per mantenere un buono stato della pelle
Si consiglia di bere grandi quantità di acqua per idratare il corpo e le cellule. Una pelle ben idratata invecchia più lentamente.

Proteggersi dal sole 
Oltre ai soliti rituali di bellezza, non dimenticare la protezione solare. Non lo diremo mai abbastanza: i raggi UV danneggiano la pelle e contribuiscono alla formazione delle rughe. È sufficiente applicare la protezione solare sotto il trucco da aprile a ottobre. 

Massaggiare
Per ottimizzare l'efficacia di DÉRIDIUM bastano gesti semplici. Per combattere le rughe orizzontali della fronte, esegui un massaggio ripetendolo dal centro della fronte fino alle tempie. Per le rughe naso-labiali (rughe verticali delle narici verso l'angolo della bocca), parti dalle narici e massaggia verso la mandibola, dall'angolo della bocca verso la parte bassa della mascella e dal centro del mento verso la parte inferiore della mandibola.

Le vostre domande sulle rughe

Qual è il processo fisiologico dell'invecchiamento cutaneo?

La pelle è costituita da tre strati: epidermide, derma e ipoderma. L'epidermide è lo strato più sottile e più superficiale: con l'età si assottiglia, perde la sua elasticità e la sua funzione di barriera protettiva. Il derma contiene un tessuto fibroso costituito principalmente da collagene (70%) e da proteine strutturali. È l'architettura che dà volume alla pelle. Con l'età, le cellule che lo compongono (i fibroblasti) subiscono un'alterazione che provoca un rallentamento nella produzione delle fibre di sostegno della pelle: si formano le rughe.

A quale età iniziare ad usare un trattamento anti-rughe? 

Per tutte le donne, è preferibile iniziare a 30 anni poiché è in questa fase della vita che le attività di sintesi del collagene e di supporto al tessuto cutaneo iniziano a rallentare. Tuttavia si può iniziare anche prima, soprattutto in caso di pelli chiare, eccessiva esposizione al sole o se si ha l'impressione che la pelle stia diventando più sottile e fragile.

Quali sono le cause dell'invecchiamento biologico e ambientale?

A parte le predisposizioni genetiche che accelerano l'invecchiamento in alcune persone, il sole è il primo fra tutti i fattori esterni che invecchia maggiormente la pelle. I raggi UV producono reazioni chimiche nella pelle (i radicali liberi) che danneggiano le strutture delle cellule, alterandone l'attività. Altri fattori aggravanti: stile di vita frenetico, alcool, tabacco, dieta non equilibrata, stress, mancanza di sonno e assunzione di alcuni farmaci che compromettono la naturale capacità della pelle di autorigenerarsi.