SENZA TRUCCO E SENZA PAURA

Senza Trucco
Nel 2016, la cantante americana Alicia Keys ha dichiarato guerra al makeup nella canzone “When A Girl Can’t Be Herself” con un messaggio forte e chiaro: “Maybe all this Maybelline is covering my self-esteem.” (“Forse tutto questo Maybelline copre la mia autostima”) Era consapevole di essere sul punto di lanciare un movimento globale? Analisi.

Da un punto di vista sociale, la pelle è segnata dallo stile di vita. Nell’era dei selfie, non c’e’ trucco che tenga: se un fondotinta coprente serve a nascondere i difetti, il nude look è - al contrario - espressione di grande fiducia in se stesse. Una pelle pulita e al naturale rinvia un’immagine gratificante, mentre un makeup eccessivo è la dimostrazione di una mancanza di autostima. Come spiega l’antropologa Séverine Enjolras, “Il nude corrisponde a una serie di codici che dovrebbero essere noti. È astuto e sofisticato, e inoltre s’inserisce in un trend globale: il ritorno a un ideale di semplicità, come mangiare cibo bio e a km zero, vestirsi con fibre naturali e vivere in campagna”.

Ritorno alle origini

“Essere veri”: l’espressione che corona una personalità autentica. Per il semiologo Anthony Mathé, professore alla CELSA (Ecoles des Hautes Etudes en Sciences de l’Information et de la Communication), è importante non confondere i trend no makeup e nude, che hanno obiettivi distinti: “Nude equivale a una pelle sana e luminosa. E richiede molte cure: a cominciare dalle creme per arrivare al makeup. Il no makeup è un manifesto. È il rifiuto di essere schiavi della propria immagine. Non tutto è instagrammabile!” Per le star hollywoodiane che hanno dato il via al movimento, è anche una forte messa in discussione del modello di femmes fatales che ci si aspetta da loro. Autostima Siamo tutti d’accordo: un bel nude look comincia a casa con cure meticolose, un demaquillage quotidiano e un perfetto controllo sull’ambiente: “Il nude va chiaramente di pari passo con tutto lo skin care. Impone una cura molto attenta della pelle e la necessità di mantenerla idratata”, continua l’antropologa. Quel che è certo, è che non si può realizzare con una pelle lucida o spenta. In fin dei conti, il nude è una disciplina e un’arte che ha inizio molto prima delle più sofisticate tecniche di makeup. La pelle è come una pagina bianca su cui la vita imprime il segno degli anni che passano. In questo consistono la sua bellezza, il suo segreto e la sua unicità; come scrisse Paul Valéry: “Quel che c’è di più profondo nell’uomo è la pelle”.