Otto mostre da non perdere questo autunno

cosebelle_musei_02
Primi freddi, cambi di stagione, ritorno alla calma e alle proprie abitudini di sempre. Succede così in autunno, il momento in cui tutto torna al proprio posto, ma proprio per questo durante il fine settimana può balenare il desiderio di cambiare aria, anche solo per qualche ora. Complice la luce ancora bellissima e l’inverno che sappiamo essere alle porte, una gita fuori porta è perfetta per non iniziare anticipatamente il letargo tra le quattro mura domestiche. E se piove poco male, tantissime sono le mostre che inaugurano e arricchiscono il calendario di appuntamenti artistici del nostro Stivale. Sia nelle città più grandi, come Milano o Roma, sia in quelle più piccole, questo è il periodo perfetto per respirare l’aria dei grandi della pittura, della scultura e della fotografia. E se decidiamo di visitare una di quelle più piccole, il pretesto può essere inizialmente quello della mostra, ma poi sarà bellissimo scoprire una città nuova, i suoi scorci mozzafiato, aggiungendo alla nostra mappa mentale un’altra delle tante piccole gemme incastonate ad ogni latitudine d’Italia. 

Palazzo Reale, Milano 
18.10.2018-17.02.2019 
Palazzo Reale ospita un’altra mostra fondamentale per gli occhi e il cuore. Una nuova retrospettiva del pittore spagnolo adottato dalla Francia e che ne sviluppa i suoi legami con il mito. Un aspetto fortissimo nell’opera di Picasso, che ha sempre esplorato l’antichità con intendo e complesso processo creativo. Una rassegna che ha girato l’Europa – Picasso-Méditerranée – promossa dal Musée Picasso di Parigi e ospita oltre 200 opere dell’artista. Dopotutto, non ci si stanca mai del suo originale punto di vista sul reale. 

Mudec, Milano 
21.11.2018-14.04.2019 
Lo street artist più conosciuto del mondo sbarca a Milano tra le quattro mura del Mudec per una retrospettiva che esplora la sua irriverente arte di raccontare il reale e di denunciare le ingiustizie sociali del mondo. La tela dell’artista anonimo sono le mura delle città più importanti dei cinque continenti, dove la sua protesta visiva lo ha reso celebre e intuitivo catalizzatore dell’ineffabile era contemporanea. La mostra curata da Gianni Mercurio raccoglie oltre 70 lavori tra dipinti, sculture, fotografie e video che racconteranno il pensiero di Banksy. 

Casa dei 3 Oci, Venezia 
6.9.2018 - 6.1.2019 
Nell’isola della Giudecca, fuori dai classici giri veneziani, c’è la Casa dei 3 Oci. Specializzata in mostre fotografiche, questa volta dedica i suoi spazi alla più completa retrospettiva italiana del grande fotografo francese, che con più di 120 scatti racconta la poetica dell’artista. L’esposizione, curata da Matthieu Rivallin, mostra al pubblico anche una dozzina di inediti dedicati a Venezia. Un’occasione unica per scoprire un grande fotografo e una zona poco battuta della città, ma estremamente affascinante.  

Pirelli HangarBicocca, Milano 
25.10.2018-24.2.2019 
Tra gli artisti italiani più rilevanti del dopoguerra, Merz è riuscito con la sua arte a rappresentare sia la indeterminatezza della vita contemporanea, sia a interpretare il momento storico in cui viveva, fatto di cambiamenti velocissimi. I suoi Igloos sono la forma concreta della sua arte, che diventa spazio fisico e indaga i processi di trasformazione della natura e della vita umana. Il tutto in uno degli spazi espositivi più suggestivi di Milano. 

Fondazione Prada, Milano 
20.9.2918-14.1.2019 
Nello spazio dedicato alla fotografia aperto dalla Fondazione Prada nella Galleria Vittorio Emanuele II, il giovane Theater Gates propone la sua esplorazione degli archivi della Johnson Publishing Company, la casa editrice americana che con il mensile Ebony e il settimanale Jet ha contributo a modificare e definire i codici estetici e culturali della comunità afroamericana degli Stati Uniti. Divisa in due, una sezione è incentrata sull’opera dei due fotografi Moneta Sleet Jr e Isaac Sutton, che per anni hanno raccontato con i loro scatti temi come politica, cultura e vita di tutti i giorni. 

Palazzo Blu, Pisa 
11.10.2018-17.2.2019 
Magritte è uno dei pittori più celebri del Novecento. Con i suoi soggetti originali e il suo stile estremamente onirico ha portato ai massimi livelli quella corrente – il surrealismo – che conta tra le sue fila anche il geniale Marcel Duchamp. La poetica dell’artista belga sarà ospite a Pisa (ma gli sarà dedicata anche una mostra interattiva a Milano) a Palazzo Blu, dove il quotidiano sarà protagonista, ma in versione ribaltata negli schemi e nelle certezze. 

Palazzo Strozzi, Firenze 
21.9.2018-20.1.2019 
Che l’arte fosse la protagonista indiscussa della città fiorentina non avevamo dubbi. Basta una passeggiata per entrare nel clima rinascimentale di una delle città più famose e visitate del mondo. Il compito di uscire dalla classica iconografia di Firenze è assegnato a una delle artiste contemporanee più controverse ed evocative. A Palazzo Strozzi la Abramovic porta oltre 100 opere offrendo una panoramica della sua carriera. Tenete d’occhio il calendario delle reperformance per un’esperienza ancora più forte e immersiva dell’artista serba. 

Complesso del Vittoriano, Roma 
10.10.2018-31.12.2018 
Uno dei nuclei più preziosi della collezione del Whitney Museum di New York sbarca a Roma. Jackson Pollock, Mark Rothko, de Kooning, Franz Kline verranno esposti nel Complesso del Vittoriano per una vera e propria esperienza immersiva dell’estetica americana del Novecento. Anticomformismo, introspezione e rabbia caratterizzano le oltre 50 opere in mostra, che saranno in ottima compagnia: per il novantesimo anniversario della nascita è allestita nello stesso complesso una retrospettiva del genio della pop art, Andy Warhol.